11 agosto 2017

Poesie: Que tal? e altre poesie

 
 
 




“… Sole e vento giocano festosi come bambini.
La campagna dorata li rincorre, danza e sorride con loro.
Io, li osservo,  in silenzio li ascolto... e mi ascolto.”(dal blog: Ad un passo dai Sogni, di Nair)
   
 

Que tal?

E la noia si raggomitola tra le braccia mie
poi su di me si stende,
allargando le ali
come a voler che la penetri tutta.
Chiede di carezzarla
lì nel suo intimo
profondo e profumato.
E' possessiva, viziata,
come una primadonna
sente l' odore dei miei pensieri
vuole tutto di me,
impadronirsi della mente
ma molto più del mio cuore.
Sai a volte l' odio
ma
mille volte l' amo.
In fondo non mi resta che lei
ultima dea ...
Holà amiga que tal?
- ilprincipedellemaree: 24/05/2006 -



Cioccolata, fragole & rossetto

Benvenuta sei o primavera,
tu che fai il paio con la mia tristezza,
spesse volte dolce
ma tanto spesso amara
come l' amor così simile al vento
che io non sento più nè percepisco.
Or non mi resta che un po' di cioccolata
sei fragole
e un rossetto consumato.
Tutto il resto è solo e sempre noia
chiusa
in quattro pareti sgangherate.
- ilprincipedellemaree: 27/08/2006 -



Il gioco delle menti

Quando la mente mia condusse il gioco,
armonioso e intrigante con la mente tua
e i nostri corpi, sensuali, si cercarono
il desiderio divenne il primo attore
e ci portò all' oblio, quello assoluto.
- ilprincipedellemaree: 18/06/2007 -



Il primo incontro

E venne il giorno del nostro primo incontro.
Tu mi dicesti: " porta il tuo cuore ",
io di rimando: " tu solo l' odore.
Non mettere profumi nè belletti,
l' odore è ciò che ho desiderato
e che mi ha spinto ad incontrarti ".
Quello fu un amore inaspettato,
l'incontro di un odore con un cuore.
- ilprincipedellemaree: 18/07/2007 -



Pleasure

E vai e vieni
sempre e da sempre
e mi par d' essere
in sella a un cavalluccio
variopinto e di cartapesta
che gira veloce
su questa giostra
con la musica del luna park
ricca di trombe e tamburi
che mi fa girar la testa
attraendomi piacevolmente.
- ilprincipedellemaree: 27/07/2007 -



Rouge

E ti giro attorno
come una farfalla
attratta dalla luce
io farfalla tu luce
che sembri il sol
che tramonta lì
dietro la collina
col suo rosso di fuoco
simile allo scarlatto
delle unghie laccate
dei tuoi piedi snelli.
- ilprincipedellemaree: 08/10/2007 -


(i diritti d'autore di questa pagina sono riservati)
 
 

2 commenti:

  1. Chissà perchè le chiami "poesie infantili"! Non lo sono per niente. Le Poesie sono le Parole che l'anima detta al cuore. Anche le tue lo sono. Io, non sono mai riuscita a dettarle al mio cuore. E' pudore, forse timidezza, non so...
    Grazie di averle postate. E' un piacere leggerle.
    Ciao. Buon fine settimana. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La verità è che ho avuto riscontri positivi più nei racconti e/o nelle novelle dove mi sento a mio agio che nelle poesie. Ma amo la poesia e la leggo da sempre. E’ che le mie sono quasi a rima baciata e cadenzate. Apprezzo il tuo scrivere e sono convinto che potresti avere soddisfazioni solo che tu lo volessi, ma sei presa completamente dalle mille situazioni che ti circondano.

      Elimina