23 gennaio 2017

Miscellanea: Questo amore è come musica

 
  

 

 “Io devo nutrirmi di Emozioni. Le catturo ovunque perché senza di Loro non vivo.”(dal blog: Ad un passo dai Sogni, di Nair)
 

E’ pur vero, non durano a lungo i giorni del vino e delle rose e già avverto la sensazione di sentirmi come un album ingiallito che sfogli conoscendone alla perfezione la sequenza  di tutte le fotografie, pagina dopo pagina. Nondimeno i miei pensieri diventano indecenti quando t’ incontro, quando ti osservo girare per le stanze, quando ti guardo calpestare i freddi pavimenti dei nostri corridoi, tutta vestita di bianco sul biondo dei tuoi capelli mossi. La gonna lunga lascia liberi i polpacci, le caviglie fasciate da calzerotti rivoltolati più e più volte su se stessi. Le scarpe bianche di quella marca che da tempo è in voga, il pullover di lana sempre bianco e abbondante, con l’ampio scollo a barca, che pur largo, modella i tuoi seni pronti e il sorriso splendente, genuino, che rivolgi a tutti ma in particolar modo a me. Tu mi stupisci, tu mi stupirai, ne sono certo. Senza te le emozioni di questa mattinata uggiosa e tanto gelida sarebbero la pelle morta delle emozioni di mesi e mesi addietro, dell’ apatia e della noia, intrigante amica mia. Alla fine mi convinco che è solo questo, mancanza di stimoli. Il nostro interesse reciproco è un’ idea che avvolge, che sconvolge, che entusiasma e fa deambulare, perché si resta sospesi in una dimensione surreale che umanamente si dissolve. Resta solo quell' espressione privilegiata che sa di qualcosa che è unico o perlomeno meraviglioso. Voglio provare cosa sia l’amore e voglio che sia tu a mostrarmelo. Il nostro è un amore cerebrale, figlio di quell’ amore parlato, di quell’ amore scritto, di quell’ amore ricco di messaggi, di selfie, anche sensuali, caratteristico di questi nostri tempi o invece si confonde con un amore dei tempi passati, fatto di sguardi, ammiccamenti, sorrisi, lunghi appostamenti e languide carezze?  Mi chiedo se il nostro è amore o semplice divertimento, amore o pura attrazione fisica. A volte ho la sensazione e spesso si trasforma in certezza che tu voglia riempire esclusivamente i tuoi spazi vuoti, quando nell’ avvicinarti, con le dita della mano sfiori la mia spalla, portando il tuo sguardo lontano dai miei occhi. Dimmi, vuoi condurre tu il gioco? Ricorda, io non sono fatto per le sconfitte, mi potrai distruggere ma non mi potrai mai sconfiggere e d’ altronde non posso credere che saresti capace di vendere il tuo cuore per un' ora d’ amore, per pochi attimi di voluttà. Sicuro delle mie emozioni,  posso affermare per ciò che mi compete che il mio è amore o meglio ancora uno sfrontato desiderio d’ amare. Nel giardino che circonda la mia casa, ogni fiore sembra contenere una biblioteca dedicata all' incanto, una dedicata al silenzio, una biblioteca dedicata espressamente alla dolcezza e una offerta solamente all’ amore. Prova a chiudere gli occhi, potrai vedere la musica. La vedi, la tocchi, la vivi? E questo amore per me è come musica e questo desiderio d’ amare è solo luce ricca d' arcobaleni, solo musica soave. Io ho bisogno di questo.  Ho bisogno di colori. Ho bisogno di musica.

– ilprincipedellemaree:(diritti riservati) 26/01/2017 -
 

8 commenti:

  1. E musica sono ancora queste tue parole che si aggrappano sempre a i tuoi pensieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel complimento mia carissima amica, solo con te potevo dar vita a questo blog che racchiude i colori delle nostre anime.

      Elimina
  2. Love the style of your blog!
    I`m following ur blog with a great pleasure via GFC
    Please join me
    Sunny Eri: beauty experience

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks, let me know if you have a personal blog which unite us, we do not find your address. Thanks again we are pleased that we read

      Elimina
  3. E' davvero incantevole. Si.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felice, i tuoi giudizi sono importanti per me.

      Elimina