24 marzo 2015

Miscellanea: Ballando con uno sconosciuto






“ Non credo che possa esistere una mente simile alla mia, fuori di te. “ (bitw)

 
Un sogno resta sempre un sogno se ha il sapore dell'ignoto, del possibile. Si materializza nelle pieghe duttili della mente, si forgia al calore di sentimento incandescente, prende forma magicamente, mentre desiderio e fantasia si sposano. Ma resta impalpabile evanescente come la schiuma del mare che esplode e subito si ritira, come un soffio di vita che fa cadere tutti i frammenti inutili della più insulsa quotidianità. Poi saltella come un bimbo arreso di fronte a un albero ricco di frutti dove non arriverà mai la sua piccola mano tesa.
– blowing_inthe_wind: 31/03/2015 (diritti riservati) -




17 marzo 2015

Miscellanea: Cuore antico








"Non mostro gli occhi a chi non vuol guardare, cesello con la vista i miei mosaici 
e ne compongo preziose miniature. "(bitw)



Mi soffermo a vedere la vita come un film, a riviverla tutta d'un fiato e aspirarne i profumi, mi abbaglio dei suoi colori cangianti e mutevoli. Ascolto i messaggi andati, lavati dall' esperienza, dagli errori esultanti delle scoperte che oggi sono normalità. Rivedo i giorni che fuggono tenendosi per mano ai sogni, quei maledetti sogni che hanno sempre travolto la lucidità, ma che hanno dato vigore ed entusiasmo al tempo indomabile. E chiudo gli occhi per vedere meglio e per capire se tutto questo è, o è stato e chiedersi perché i giorni andati hanno il profumo del presente, forse perché sono attaccati alla pelle o forse ci confondono nel momento della discesa. Si ha la sensazione di scivolare dentro il collo di una bottiglia di vetro e rimanere intrappolati nell'ampolla trasparente dove vedi tutto nitidamente, da dove vorresti risalire, ma scivoli e sei prigioniero, col naso appiccicato alla trasparenza di ciò che vedi. Il mondo è sempre lì che ammicca e ti accoglie, aspetta che le tue gambe si raccolgano nella rincorsa. Ma risalire ha un prezzo, la nostalgia, il volere ritrovare sensazioni andate, sentieri tortuosi che s’ inerpicano tra la memoria, quella memoria che ti ha plagiato. Soltanto il cuore rimane puro e si dibatte anche col tempo, non cerca, ascolta, pulsa imperterrito nei voli magici delle emozioni. Lotta con la ragione e mi lascia spossata, arresa anche quando sembra che non ci sia altra ragione o scopo che travolga. 
- blowing_inthe_wind: 13/03/2015 (diritti riservati) -


5 marzo 2015

Miscellanea: L' approdo







“Nel silenzio t' osservo e ascolto la pace e t' abbraccio insieme a questo sole che nasce.”(bitw)


S' avvicina il vento dell' approdo. Non sento nulla, solo la curiosità di sorprendermi finalmente libera, libera nella mente che era incatenata a ritmi ormai insostenibili. Quando l' abitudine spoglia l' entusiasmo e le motivazioni, quando ciò che fai stride sempre di più con te stessa e il tuo animo fa a pugni con le dure leggi del profitto e dell' apparire, quando ti senti una pedina di una scacchiera dove altri giocano la partita, dove il tuo pensiero non può essere condiviso perchè non interessa ciò che pensi se contrasta il comune sentire, quando ti alzi carica di energia e ti siedi stanca arresa all' indifferenza e alla superficiale normalità, allora i tempi sono maturi. Lascio con l' ingresso della primavera il mio mondo di zucchero filato, nel quale un tempo credevo. Sono gli anni delle mie lotte, dei miei voli di rondine, anni dove ho creduto e dove ho sofferto tanto. Ora, con tenerezza, capisco che nessuno lascia un suo segno, un vuoto, solo questo rimane nel cuore e nel ricordo. Tale è il messaggio che consegno agli unici amici colleghi. Stasera sono triste e mi lascio andare e sorprendo me stessa dicendoti che ti voglio bene, un gran bene, un bene grande, quello dello spirito, sicuramente più pulito e sincero perché disinteressato, un bene che non ti chiede nulla. Buona notte principe, amico mio immenso.
- blowing_inthe_wind: 05/03/2015(diritti riservati) -